Belgio, preparavano attentati per la fine dell’anno: due arresti a Bruxelles

Il Belgio piomba di nuovo nel terrore. La polizia ha annunciato di aver arrestato due persone e aver sventato un attentato che un gruppo di terroristi stava organizzando nella capitale belga. Una notizia che arriva a poche ore da un inseguimento e un doppio arresto nel pieno centro di Bruxelles, anche se pare che i due fatti non siano collegati. La procura ha precisato che un totale di 6 persone sono state fermate durante le perquisizioni condotte dalla polizia, nella provincia del Brabante Vallone e nei pressi della città orientale di Liegi. Quattro persone sono state già rilasciate.

Preparavano attentati a Bruxelles

Al momento non si parla di legami con gli attentati di Parigi ma secondo i media, tra gli obbiettivi di un attacco nel periodo festivo c’era il quartier generale della polizia nei pressi della Grand Place a Bruxelles. La polizia – che non ha trovato armi o esplosivi durante la perquisizione – ha però trovato vestiti di tipo militare e materiale di propaganda per lo Stato Islamico. L’inchiesta, ha reso noto l’ufficio del procuratore federale, ha permesso di «portare alla luce gravi minacce di attacchi per colpire luoghi emblematici di Bruxelles e che sarebbero stati commessi durante le feste di fine anno».

Bruxelles, allerta terrorismo da 2 a 3

Mentre il governo belga alza l’allerta terrorismo da 2 a 3, il centro della capitale è ripiombato nel clima di tensione vissuto dopo le stragi di Parigi e la fuga di Salah Abdeslam. Un inseguimento, uno scontro a fuoco, il tutto in una via molto trafficata di Bruxelles, nella centralissima zona commerciale di Ixelles si verificavao prima del doppio arresto. Secondo la ricostruzione di Le Soir, una macchina con targa francese ha forzato un posto di blocco, aggredendo gli agenti. A quel punto l’auto avrebbe cercato di scappare nel tunnel di Avenue Louise, andando contromano. La vettura in fuga, però, è rimasta poi bloccata dalla barriera tra le due corsie di marcia. Quindi, gli agenti avrebbero aperto il fuoco. Un portavoce della polizia belga ha aggiunto che non ci sono stati feriti. L’inseguimento però come detto non sarebbe connesso – se non a conferma dell’alta tensione che si vive nelle capitali europee – allo sventato attentato.