Violenza sessuale, medico accusato di aver abusato di minorenni: arrestato

Approfittava dell’alibi professionale per abusare di pazienti minorenni: per questo, un medico sessantaquattrenne è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Roma con l’accusa di violenza sessuale aggravata e continuata. Un crimine orribile di cui aumenta – se possibile – la portata dell’orrore se si pensa che le vittime coinvolte hanno appena 15 e 13 anni…

Medico accusato di violenza sessuale

Bambine, Ragazzini. Vittime indifese che, secondo il gip del Tribunale di Roma che ha accolto la richiesta della locale Procura – che ha coordinato le indagini – avrebbe approfittato dell’ingenuità, della buona fede, della confusione e del timore di giovanissimi pazienti, a seconda dei quali – questo anche l’orientamento degli inquirenti – lo specialista avrebbe adottato diversi stili terapeutici: in base all’età, il sesso e l’avvenenza delle vittime, costringendole con l’astuzia e l’inganno a subire massaggi che avevano fini sessuali. Trattamenti individuati decisamente come più affini alla violenza sessuale che alla semplice manipolazione ortopedica. Aiutato, in questo, dal ruolo che il professionista esercitava: il camice e l’esperienza medica, infatti, sarebbero stati strumentalizzati in questo caso tanto che, in base a quanto fin qui emerso dalle indagini, nello specifico, durante delle sedute di manipolazione osteopatica, dopo aver fatto spogliare le ragazze per fini non attinenti all’attività terapeutica, il professionista avrebbe costretto le giovani pazienti a subire atti sessuali, rassicurandole e sostenendo contestualmente di dover effettuare manipolazioni molto invasive per ragioni esclusivamente terapeutiche.

Le accuse, le indagini, il fermo

Un atteggiamento ambiguo e più che sospetto, esercitato a danno di pazienti ingenui e in buona fede, che ha cominciato a destare sospetti, poi definitivamente aggravati dalla segnalazione arrivata al Servizio Emergenza Infanzia 114, con la quale si lamentava il comportamento di un medico che avrebbe ripetutamente toccato le parti intime di una minorenne. Un allarme che ha fatto scattare le indagini che, una volta avviate, sono culminate nell’attuale intervento degli agenti della Quarta Sezione, chiamati in queste ore ad eseguire l’ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del posturologo accusato di violenza sessuale che, stando a quanto fin qui emerso, e qualora confermate le accuse, avrebbe doppiamente tradito la fiducia dei ragazzi, sia come adulto, che come medico.