“Vinceremo”: Berlusconi show a Bologna. Attacchi durissimi a Grillo e Renzi

«Sono felice oggi di essere qui con gli amici degli ultimi 30 anni e i nuovi compagni del centro destra». Silvio Berlusconi , dal palco di piazza Maggiore a Bologna (per la manifestazione «Liberiamoci» organizzata dalla Lega Nord), ringrazia prima di tutto Umberto Bossi e gli altri «compagni» del centro destra e «incorona» i nuovi leader in vista di un’alleanza che, dice Berlusconi, «porterà il centro destra sopra il 40%».

Berlusconi è sicuro: “Con me, Matteo e Giorgia, centrodestra sopra il 40%”

Berlusconi cita e ringrazia prima di tutti Matteo Salvini, «quello che consente a noi del centro destra di guardare al futuro con ottimismo», sottolinea il leader di Fi che aggiunge: «Combattendo insieme vinceremo le elezioni perché con Matteo, Giorgia (Meloni, ndr) e Silvio non ce ne sarà più per nessuno». Poi Berlusconi ripercorre le vicende politiche degli ultimi anni («Torno davanti alla nostra gente in una piazza così affollata – riporta “Il Corriere della Sera” – dopo 3 anni in cui mi hanno impedito di comunicare e consegnato ai servizi sociali»).

Berlusconi ricorda le sue vicissitudini giudiziarie che lo han tenuto lontano dalle piazze

E soprattutto attacca il premier Renzi: «Un signore mai eletto governa il Paese solo con il voto di un cittadino su sei ma cambia in suo favore la legge elettorale e ha l’ardire di cambiare la Costituzione», dice il leader di Forza Italia.

Forte il passaggio contro Beppe Grillo: “Quando parla sembra Hitler”

Non manca anche un duro attacco contro Beppe Grillo che Berlusconi paragona a Hitler: «Nei suoi discorsi passaggi che ricordano quelli dei Hitler». Poi passa ad elencare i punti del programma per un centrodestra: «Meno tasse, meno Stato, meno Europa, più aiuto a chi ha bisogno, più garanzie e più sicurezza per ognuno di noi», ha concluso il leader di forza Italia dinanzi alla folta platea della Piazza Maggiore di Bologna.