Terra dei Fuochi, gara di solidarietà per salvare la piccola Aurora

Una vera e propria gara di solidarietà è scattata nel Casertano, per salvare Aurora Frascogna, la bambina di 9 anni diventata una dei testimonial del dramma della cosiddetta Terra dei Fuochi. La piccola Aurora è affetta da una rara forma di cancro al cervello, il medulloblastoma lectoplasmosi metastatico, per il quale occorre un costoso intervento negli Usa.

Terra dei Fuochi, Aurora è tra i testimonial contro il degrado ambientale

La bambina, nata a Giugliano in Campania, in provincia di Napoli, è già stata sottoposta a numerose operazioni, tra cui due autotrapianti di staminali e lo scorso 6 settembre divenne famosa quando salì sul palco del concerto che Gigi D’Alessio organizzò davanti alla Reggia di Caserta per sensibilizzare l’opinione pubblica sul degrado ambientale dell’area a cavallo tra le province di Caserta e Napoli. Da allora si sono susseguite numerose manifestazioni di affetto nei suoi confronti: l’artigiano di San Gregorio Armeno Marco Ferrigno che ha realizzato una statuetta che la raffigura, il giocatore del Napoli Mertens è andata a trovarla in ospedale, mentre i tifosi del Napoli in occasione della gara contro l’Udinese, hanno esposto in curva uno striscione con la scritta “Aurora non mollare”. Per salvarla è stata fondata l’associazione “Terra dei Cuori” che ha già raccolto decine di migliaia di euro, anche da alcune scuole campane, ma non ancora i 300mila euro necessari per l’intervento nell’MD Anderson Cancer Hospital di Houston, in Texas che deve essere fatto nel più breve tempo possibile.