Sondaggio Ixè: nel centrodestra cresce la Lega di Salvini. “Azzurri” giù

Sembra decisamente finita l’onda lunga di Matteo Renzi e sembrano davvero lontani i fasti del 40,3 per cento registrato dal suo Pd alle elezioni europee dello scorso anno. Continua infatti a crescere nei sondaggi il Movimento 5 Stelle, che arriva a quota 28,1 per cento, mentre il partito del premier riesce a conservare il primato attestandosi al 34 per cento, ma l’avanzamento rispetto alla passata rilevazione di una settimana fa non va oltre un piccolo avanzamento dello 0,2. Leggero balzo in avanti anche per la Lega Nord (14,3 per cento, +0,2), flessione dello 0,7 per cento per Forza Italia (al 9,1). E’ quanto sostiene un sondaggio di Ixè per Agorà, la trasmissione di Rai 3 condotta da Gerardo Greco.

Ixè: resta Mattarella il più popolare (62 per cento)

Decisamente in crescita appare invece l’affluenza alle urne, che l’Ixè stima intorno al 65,9 per cento. Per quanto riguarda la fiducia, da diverse settimane è stabile al 32 per cento quella nel premier Matteo Renzi mentre quella nel governo torna al 30 (+1 per cento). Il politico più amato rimane il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al 62 per cento.

Stabile FdI-An. Alfano perde ancora

Se si votasse oggi, secondo la rilevazione effettuata da Ixè l’11 e il 12 di novembre su un campione di 1000 italiani maggiorenni, gli altri partiti, quelli cosiddetti minori, non registrerebbero particolari variazioni rispetto a quelli della settimana scorsa: Sel scenderebbe di uno 0,1 per cento, attestandosi al 3,8, mentre Fdi-An confermerebbe il 3,0 per cento di sette giorni fa.  Flette al 2,5 per cento (-0,3) Azione Popolare di Angelino Alfano. Fa registrare invece un incremento dello 0,4 per cento il Partito della Rifondazione comunista portandosi all’1,4. Praticamente irrilevanti l’Idv di Antonio Di Pietro 0,4 per cento, i Verdi 0,5 e Scelta Civica, il movimento fondato dall’ex-premier Mario Monti, inchiodato a un miserrimo 0,4 per cento.