Siringhe nell’hotel di Salah Abdeslam. Ecco qual è la droga dei kamikaze

“Consegnati alla polizia”, questo l’invito rivolto a Salah Abdeslam, l’uomo più ricercato di Francia, dal fratello Mohamed durante un’intervista a Bfm-Tv. Il fratello ha anche detto che Salah era un uomo che “non mancava ai suoi obblighi religiosi”. Prima di recarsi a Parigi – ha raccontato ancora il terzo fratello – i due fratelli Abdeslam (uno ricercato, l’altro si è fatto esplodere durante gli attentati) hanno detto alla madre che “andavano a sciare”.

I giornali francesi hanno scritto che sono state ritrovate delle siringhe nella camera dell’hotel dove alloggiava Salah Abdeslam, ma non è chiaro se le siringhe siano servite per fabbricare le armi, come le cinture esplosive, o a iniettarsi sostanze stupefacenti. Ma da tempo si sa, ha scritto Libération, “che i jihadisti del gruppo Stato islamico e del Fronte al nusra usano il Captagon, o fenitillina, per inibire la paura durante le loro azioni. Se ne era parlato il 28 giugno, dopo gli attentati sulla spiaggia di Sousse, in Tunisia, in cui sono state uccise 38 persone”. Libération sottolinea inoltre che il Captagon viene prodotto a partire dalla fenitillina, una molecola anfetaminica che viene mischiata con la caffeina. La maggior parte delle pillole è ora prodotta in Siria. La droga viene poi trasportata in barca o in auto dalla Siria, in Libano e Giordania. Secondo l’Organizzazione mondiale delle dogane la quantità di pillole sequestrate nel paese della penisola arabica è aumentata: nel 2013 sono state sequestrate undici tonnellate di Captagon contro le quattro tonnellate dell’anno precedente. Venduto a un prezzo che va dai 5 ai venti dollari a pasticca, il Captagon ha un potenziale economico enorme.