La scomparsa di Gennaro Alfano, deputato Msi negli anni del consenso

È morto a Napoli, dove era nato nel 1927, l’imprenditore Gennaro Alfano, ex parlamentare del Movimento Sociale Italiano per due legislature, dal 1968 al 1976, e vicino agli ambienti cattolici della città. Alla Camera fu componente della commissione Interni. Aveva 88 anni. Era cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica Italiana e presidente del comitato diocesano San Gennaro, carica quest’ultima affidatagli nel 1983 dall’arcivescovo della città Corrado Ursi. I funerali si terranno giovedì 5 novembre al Duomo di Napoli alle ore 16.30. Alfano era un imprenditore e un uomo politico molto conosciuto a Napoli, città della quale fu anche apprezzato consigliere comunale. Pur essendo molto vicino agli ambienti cattolici di Napoli, tuttavia si riteneva un missino, e nel Msi militò fino al 1976, dopo la rielezione nel 1972, anno in cui condivise – insieme con altri deputati – la scelta di Ernesto De Marzio diretta all’uscita dal partito di Almirante. Alla famiglia vadano le condoglianze della direzione e della redazione del Secolo d’Italia e della Fondazione Alleanza Nazionale. Tra i numerosi messaggi di cordoglio, quello del presidente della Commissione Affari Esteri del Senato, Pier Ferdinando Casini: «Ricordo con profonda commozione l’onorevole cavaliere Gennaro Alfano, presidente del comitato diocesano di San Gennaro e figura storica del mondo cattolico napoletano. Al figlio, on. Ciro Alfano, e alla diocesi di Napoli, intendo esprimere il mio più sincero cordoglio nel ricordo di un uomo buono e onesto».