Scadono i diritti del “Mein Kampf”: il 51% dei tedeschi contro la censura

È argomento di dibattito acceso tra storici e giuristi, ma la maggior parte dei tedeschi non ha dubbi e dice no al divieto di pubblicare il Mein Kampf, dopo che, alla fine di quest’anno, saranno scaduti i diritti.

Il sondaggio sul Mein Kampf

A indagare gli umori dei tedeschi sulla questione è stato l’istituto YouGov, con un sondaggio da cui è emerso che il 51% degli intervistati è contrario a mettere dei divieti alla pubblicazione del libro di Adolf Hitler. Di più, i favorevoli sono solo il 32%, visto che c’è un buon 17% del tutto disinteressato al dibattito sulla sorte dello scritto ora che sono trascorsi i 70 anni dalla morte dell’autore e che i diritti, finora detenuti dal Land della Baviera, torneranno liberi.

Il 21% lo ha già letto

Inoltre, secondo il 48% dei tedeschi non vi sono rischi che una eventuale nuova pubblicazione del libro dia impulso a qualche forma di estremismo di destra, mentre a temerlo è il 40%. Il 21% degli interpellati, poi, ha chiarito di aver già letto i contenuti del libro.