Romeno e marocchino la rapinano: top model coraggiosa li fa arrestare

Tre giorni prima li aveva fatti arrestare chiedendo subito aiuto ai carabinieri. Non ha avuto indugi la top model lituana Sandra Andziute, 26 anni, a presentarsi nell’aula delle direttissime del Tribunale di Milano per costituirsi parte civile contro la coppia di ladri che l’aveva scippata, strappandole dal polso un orologio Rolex. Dagli accertamenti dei carabinieri, dopo gli arresti, è emerso che il marocchino (è in carcere, mentre il romeno ai domiciliari) indossava un altro orologio di pregio con il cinturino vistosamente danneggiato, probabile frutto di un altro scippo. Non si esclude che fossero specializzati in quel genere di scippi. La modella, abbastanza nota per le sue foto pubblicitarie verso le 5.40 del 2 novembre, era appena uscita da un locale, quando era stata avvicinata in corso Garibaldi da un romeno di 18 anni che l’aveva distratta chiedendole un’informazione, permettendo così al complice, un marocchino di 36 anni, di strapparle l’orologio di marca. La giovane aveva chiesto aiuto a due carabinieri in servizio in zona che in breve avevano rintracciato a poca distanza i due rapinatori, poi arrestati.

La top model esempio di senso civico

La top model, assistita dall’avvocato Domenico Musicco, si è presentata in aula, accompagnata dalla sorella gemella, per la prima udienza del processo per furto aggravato rinviato al prossimo 23 novembre. «Certamente non ci aspettiamo alcun risarcimento – ha spiegato il suo legale – ma lei è una giovane donna che ha rischiato del suo per poter far arrestare due malviventi e che merita il sostegno e l’aiuto necessario».