Ritrovata una cintura esplosiva nella bainleu dove si “nascondeva” Salah

Una cintura esplosiva è stata ritrovata a Montrouge, banlieue sud di Parigi, secondo quanto riferisce una fonte dell’inchiesta sugli attentati alla radio France Info. La cintura ha una forma simile (caricatore avanti e dietro) a quella dei terroristi del 13 novembre. Abdeslam Salah, il terrorista ricercato in Belgio per gli attentati di Parigi, fu localizzato, prima che i due complici arrivassero con la Golf per riportarlo in Belgio, proprio a Montrouge e Chatillon, la zona di banlieue in cui oggi è stata ritrovata la cintura.

Un testimone segnalò i terroristi del Bataclan

Nella notte della strage al Bataclan un testimone vide la Polo dei terroristi parcheggiarsi proprio al teatro, tentò di chiamare per almeno ottanta volte la polizia ma non rispondeva nessuno. «Si sono parcheggiati proprio davanti a me – racconta l’uomo in una testimonianza a Le Figaro – anche se il posto auto era strettissimo, mi è sembrato strano. Allora sono andato verso di loro per dirgli che erano messi malissimo, non hanno nemmeno aperto il finestrino, mi hanno guardato in modo minaccioso. Sembravano morti viventi, come drogati». Il testimone racconta poi di quando uno dei passeggeri “comincia a usare il cellulare”. «Lo schermo illuminava il suo volto. Quando ho saputo dei botti allo Stade de France ho chiamato la polizia almeno 80 volte, ma non rispondeva nessuno», ha concluso.