Pedofilia, studio choc: in Gran Bretagna impuniti l’85% degli abusi

Proprio in Gran Bretagna – uno dei Paesi in cui, solo ultimamente, si sono registrati i casi di pedofilia più eclatanti degli ultimi tempi – uno studio rivela una sconcertante verità: ancora oggi, nel Regno Unito la pedofilia resta largamente impunita e a tutti i livelli della società, con appena un 15% di episodi di abusi su bambini e bambine denunciati e indagati.

Pedofilia, il sommerso che resta impunito

Considerando che, in base a quanto sottolineato di recente da diverse indagini realizzate in Inghilterra sull’argomento, praticamente un adulto su 35 sarebbe potenzialmente a rischio di essere un pedofilo o di diventare un consumatore di immagini pedopornografiche, e al netto dei casi storici delle inchieste sui presunti pedofili “vip” insabbiate per decenni, sconcerta l’aumento del fenomeno in Gran Bretagna e, soprattutto, inquietano le percentuali del sommerso. A rivelarlo, il rapporto di un’autorità pubblica di controllo, ripreso dalla Bbc e da Sky News, secondo il quale nel biennio aprile 2012-marzo 2014 risultano censiti almeno 450.000 episodi sospetti di pedofilia nel Regno Unito. Contro appena 50.000 fascicoli aperti dalle forze di polizia. Il che equivale a dire che sull’85% del totale non si fa luce, né giustizia, e che la stragrande maggioranza delle piccole vittime non trova scampo. Il rapporto indica inoltre che circa due terzi di queste sospette nefandezze avvengono da parte di familiari o di persone vicine, che le vittime sono al 75% bambine, e che l’età più comune in cui cominciano gli abusi è nove anni.

Pedofilia, inquietanti risvolti

Non solo: entrando nel merito del report, tra calcoli percentuali, raffronti con il passato e possibili proiezioni future, si evince la conferma del fatto che, il più delle volte, le vittime denunciano gli abusi – se arrivano a denunciarli – dopo anni, quando sono adolescenti o, addirittura, più grandi. Ma anche che, in molti casi, le denunce presentate si risolvono in un nulla di fatto, archiviate nel dimenticatoio. E pensare che solo qualche mese fa i media inglesi riportavano – sottolineandone gli inquietanti risvolti – i dati forniti al governo dalla National Crime Agency (Nca, una sorta di Fbi britannica) secondo cui sarebbero almeno 750.000 gli uomini interessati ad avere rapporti sessuali con bambini. Di questi, in base a quanto riportato nel dettaglio dell’indagine dal Mail on Sunday, che ha ottenuto una copia del rapporto, 250.000 sarebbero sessualmente attratti da bambini in età preburale, ossia fino a 12 anni. Dati che, se parametrati con quelli dell’ultimo rapporto stilato su pedofilia e sommerso, finirebbero – drammaticamente – per lo più nel nulla di fatto…