Merkel pronta a bombardare l’Isis: la Germania invia i tornado in Siria

La Germania invierà i tornado contro l’Isis «come conseguenza degli attentati di Parigi». Lo hanno deciso Angela Merkel e i ministri competenti nel corso di un incontro a Berlino.

Tornado in Siria «per la guerra contro l’Isis»

La notizia, divulgata dall’agenzia di stampa tedesca Dpa, era stata anticipata dal parlamentare Henning Otte, parlamentare Cdu e membro della Commissione Difesa del Bundestag. «Non rinforzeremo solo la missione di addestramento nel nord dell’Iraq, ma invieremo i nostri Tornado di ricognizione in Siria per la guerra contro l’Isis», ha spiegato Otte, prima ancora dell’incontro al Bundestag convocato nel pomeriggio dal governo per illustrare la decisione ai gruppi parlamentari dell’Unione (Cdu-Csu) e dell’Spd.

Merkel verso il via libera parlamentare

Un passaggio necessario, quello alla Camera, anche perché qualsiasi tipo di impegno militare tedesco dovrà ottenere il via libera parlamentare. Nel Bundestag la Grosse Koalition può contare teoricamente su una larga maggioranza. Il posizionamento dei vari partiti avverrà comprensibilmente dopo che il governo avrà comunicato i dettagli della decisione. Al momento l’unica certezza confermata dai media tedeschi è la decisione di voler impiegare i Tornado da ricognizione. Angela Merkel aveva convocato per la tarda mattinata una riunione ristretta con i ministri competenti per discutere gli aiuti alla Francia, dopo l’incontro di ieri sera a Parigi con il presidente francese Francois Hollande. «L’Isis non si convince con le parole, ma deve essere combattuto con mezzi militari», aveva detto la cancelliera. Secondo quanto riferisce la Sueddeutsche Zeitung, la flotta dei Tornado tedeschi è composta da 85 velivoli dotati di fotocamere ottiche e di uno scanner a raggi infrarossi. Una parte di essi sarà impiegata in Siria, se il Bundestag darà il via libera.