Giubileo, nessun rinvio. Il Vaticano: no al dominio della paura

A Roma siamo alla vigilia del Giubileo e la Città eterna nelle farneticazioni dei terroristi dell’Isis viene indicata come prossimo, immediato obiettivo insieme a Londra e Washington. E’ possibile affrontare con serenità l’evento dopo quanto avvenuto a Parigi, dopo questo attacco che ha seminato sangue e paura e che di fatto segna un salto di qualità senza precedenti dell’offensiva jihadista in Europa? Prova a tirare le somme padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana,rispondendo a una domanda del tg1:”Dobbiamo essere ben attenti a non farci dominare dalla paura, quello che vogliono i terroristi è seminare il terrore”. Dunque non ci saranno rinvii straordinari e il Giubileo verrà celebrato come da programma. Papa Francesco, ha detto padre Lombardi, ha accolto con sgomento le notizie sugli attacchi terroristici a Parigi e sta seguendo con “costernazione queste terribili notizie. Siamo sconvolti da questa nuova manifestazione di folle violenza terroristica. Si tratta di un attacco alla pace di tutta l’umanità”.