Furti nelle auto durante i matrimoni: intera famiglia rom in manette

Quasi un’intera famiglia di rom, due sorelle, di 35 e 27 anni, e il figlio diciottenne della prima, sono stati arrestati in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Firenze, nel corso di un’operazione condotta congiuntamente dai carabinieri di San Miniato (Pisa) ed Empoli (Firenze). Una quarta persona colpita dalla stessa misura è invece sfuggita all’arresto ed è tuttora latitante. I rom sono accusati di avere commesso numerosi furti su auto e ricettazione, compiuti nello scorso agosto tra Gambassi Terme (Firenze), Montaione (Firenze) e San Miniato (Pisa). Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la banda aveva scelto di agire sempre nei parcheggi dei ristoranti dove erano in corso ricevimenti nuziali o eventi simili, cosa che avveniva frequentemente durante i fine settimana estivi. Gli investigatori hanno accertato che per non essere facilmente identificati, i componenti della famiglia, che agivano in località vicine a dove vivevano, avevano scelto, per raggiungere gli obiettivi e successivamente dileguarsi, un’auto con targa straniera intestata a una persona non residente in Italia.