L’omaggio degli italiani: fiori e candele accese per le vittime di Parigi

Tantissimi mazzi di fiori e candele accese davanti l’ambasciata francese a Roma. E tanti biglietti con le scritte: “#iostoconParigi”, “#fermiamoli”, “Siam qui come d’autunno sugli alberi le foglie…”. Molti anche i cartelli: “Je suis français”, “Aujourd’hui je suis parisien #prayforparis”. Un gesto di solidarietà per ricordare le vittime degli attentati terroristici a Parigi.  Piazza Farnese nel giro di poche ore è diventata meta di italiani e anche di moltissimi francesi: arrivano con gli occhi gonfi di lacrime. C’è chi riesce a trattenerle mentre lascia un fiore per ricordare le vittime della notte di orrore vissuta a Parigi. Chi invece non ci riesce e piange. Tutti attoniti e sbigottiti non riescono a capacitarsi di quanto accaduto tra le strade della Ville Lumiere. «È una giornata dolorosa – dice una ragazza francese – Siamo qui per ricordarci che siamo occidentali e siamo in guerra». «Quello che è successo è terribile – commenta un ragazzo di Roma – Per questo ho voluto portare un fiore qui per esprimere non solo la mia vicinanza ma anche per rispondere con la non violenza a questo che è un attacco non solo a Parigi ma anche all’umanità». In tanti si abbracciano per avere conforto. C’è anche chi ha deciso di scendere in piazza indossando una t-shirt bianca con disegnata la Tour Eiffel all’interno del simbolo della pace. Si chiama India ed è una ragazza inglese che per nove anni ha vissuto in Francia: «Mi dispiace tanto – dice – Quello che è successo è orribile». E tra i tanti cartelli spunta anche quello con su scritto: “Io non ho paura”.

Parigi, la solidarietà del commissario di Roma

«Roma ha un unico gemellaggio in essere: quello con Parigi. Il legame tra le due città è molto forte e vivo». Queste le parole di vicinanza di Roma e dei romani a Parigi e ai parigini del commissario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, all’ambasciatrice di Francia, Catherine Colonna. Il commissario ha espesso vicinanza all’ambasciatrice con una telefonata di solidarietà, chiedendole che si faccia tramite di un messaggio rivolto a Madame Hidalgo, sindaco di Parigi. Il gemellaggio tra le città e in corso dal 1956.

A Palazzo Chigi bandiera a mezz’asta

Bandiere a mezz’asta in segno di lutto per due giorni. È quanto ha deciso una circolare di Palazzo Chigi in solidarietà agli attacchi a Parigi. Ma non solo a Roma, in tutta Italia sono numerose le iniziative in segno di solidarietà. Sulla Mole Antonelliana sarà issata la bandiera francese per ricordare l’ora di inizio della notte di terrore parigina, inoltre, alle 21.20 saranno spente per dieci minuti le Luci d’Artista, le installazioni artistiche che illuminano le strade della città.

A Milano FdI porta fiori davanti al consolato francese

Un gruppo di giovani di Fratelli d’Italia è stato il primo ad arrivare al Consolato francese di Milano per portare solidarietà dopo la strage. I giovani di FdI hanno esposto delle bandiere italiane e una del partito e acceso dei lumini davanti all’ingresso del consolato. «Credevamo di non dover più tornare dopo Charlie Hebdo – ha spiegato il capogruppo in Consiglio comunale a Milano, Marco Osnato – e invece siamo ancora qui». Alcuni cittadini hanno invece portato mazzi di fiori che hanno depositato davanti all’ingresso del consolato.