Cutolo svela i segreti del caso Moro. Ma il fascicolo viene subito secretato

Raffaele Cutolo svela i segreti del sequestro Moro? L’anziano capo della Nuova camorra organizzata, dopo mezzo secolo di carcere e 34 di totale isolamento, ha deciso per la prima volta di parlare e collaborare con le forze dell’ordine. Non si è pentito e non si è dissociato, rivela la Repubblica, ma ha chiesto di essere interrogato sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro. Il verbale del colloquio, avvenuto due mesi fa nel carcere di Parma alla presenza di un carabiniere e di un magistrato, è stato secretato.

In primavera Cutolo aveva minacciato: se parlo crolla lo Stato

L’ex boss, prima di iniziare la sua collaborazione, la scorsa primavera aveva detto di essere stato «sepolto vivo in cella», e aveva minacciato: «Se parlo crolla lo Stato». La risposta del procuratore nazionale Antimafia, Franco Roberti, era arrivata rapidamente: «Cutolo dica quello che sa e sarà valutato, siamo pronti a indagare». Un invito, scrive la Repubblica, rivolto a don Raffaele affinché potesse prendere in considerazione  l’idea  di fare «seguire alle dichiarazioni contro lo Stato anche delle dichiarazioni concrete». L’invito è stato raccolto. A metà settembre, senza il suo avvocato perché non trattandosi di un interrogatorio di garanzia era superflua la sua presenza, il settantaquattrenne ha parlato con il luogotenente Giuseppe Boschiere, consulente della Commissione d’inchiesta sul rapimento e l’uccisione del presidente della Democrazia Cristiana.

Le dichiarazioni sono state decretate

Dichiarazioni spontanee che sono finite in un verbale inserito tra gli atti della commissione d’inchiesta Moro e che fa parte dei 41 documenti raccolti dagli uomini che collaborano alle indagini. Si legge nell’elenco: “Verbale di riversamento di files audio su supporto informatico relativi all’escussione del detenuto Cutolo Raffaele, avvenuta il 14 settembre 2015”. Leggendo i 41 documenti, scrive Repubblica, solo  il 361/1 è secretato. Gli altri sono tutti liberi, o al massimo riservati. Come mai? Un mistero che per il momento non trova risposta. Così come non trova una risposta perché Cutolo abbia deciso di parlare solo adesso.