Coprifuoco a Bruxelles: media silenziati, massima allerta ed esercito in centro

Scuole chiuse e metro ferma. Bruxelles resta una città blindata: la conferma è arrivata dal premier Charles Michel, che dopo la riunione del consiglio di sicurezza convocato oggi nella capitale belga ha spiegato che la minaccia resta “seria e imminente”. “Speriamo di ottenere una nuova valutazione del livello di allerta domani pomeriggio – ha aggiunto – per tornare il più rapidamente a una vita normale”, ha aggiunto Michel.

“Temiamo una minaccia come a Parigi con molteplici attacchi contro luoghi pubblici”.

“Gli obiettivi sono posti molto frequentati, vie commerciali, trasporti pubblici”, ha detto Michel. “Verranno presentate nuove misure, metteremo in campo più forze di polizia ed esercito e resta il numero di emergenza anticrisi”, ha aggiunto. Totale riserbo sull’inchiesta in corso, ha chiarito, alla quale le autorità “lavorano 24 ore su 24”. Domani resteranno chiusi anche molti asili nido, i centri commerciali e l’università. Michel ha annunciato anche che verranno aumentate le forze di polizia e dell’esercito presenti nella capitale. “Siamo a conoscenza che la chiusura di scuole e metro complicherà la vita professionale ed economica delle imprese e dei cittadini”, ha continuato il premier chiedendo comprensione per la decisione presa “sulla base delle informazioni a disposizione del governo”. Il livello d’allerta 4, confermato oggi dal premier Michel, riguarda la regione federale di Bruxelles, formata da 19 Comuni, l’aeroporto, la città fiamminga di Vilvorde, da cui provengono diversi estremisti islamici, si legge su “la Repubblica”.

Operazione alla Grand Place: da Bruxelles ben 500 foreign fighters

Un’operazione della polizia è in corso nella zona della Grand Place. La polizia ha dispiegato un perimetro di sicurezza nel centro della capitale, che comprende la parte di rue du Midi più vicina a Grand Place, e poi rue des Teinturiers, rue du Marché-au-Charbon e rue du Lombard fino a place Saint-Jean. Un autobus è stato utilizzato per chiudere rue du Lombard. Ai residenti è stato chiesto di non avvicinarsi alle finestre e di restare in casa, ma l’allarme in quella zona sembra rientrato. L’hotel Radisson Blu è stato circondato dai militari che sono entrati anche nella hall. La polizia è entrata in azione anche a Cherleroi.