Bombe su Raqqa: “I jihadisti stanno scappando come topi…”

Per lanciare i missili contro Raqqa i russi avrebbero usato un sommergibile e questo sarebbe il primo attacco del genere contro un obiettivo reale nella storia della Russia. I razzi russi completano l’azione di guerra della Francia che nella notte ha lanciato nuovi raid su quella che è considerata la capitale dell’Isis. Un totale di 16 bombe sono state lanciate da 10 aerei da caccia Rafale e Mirage 2000, che hanno distrutto un centro di comando e un campo di addestramento a Raqqa. I russi intensificheranno a loro volta i raid aerei, come promesso da Putin, “affinché i criminali capiscano che il castigo è inevitabile”. Le dichiarazioni di Putin sono arrivate dopo che i servizi segreti russi hanno rivelato che a causare la tragedia dell’Airbus russo nel Sinai è stata una bomba dei terroristi. A Raqqa i jiahdisti starebbero per capitolare secondo fonte di attivisti anti-Isis: “Fuggono come topi – hanno raccontato – e si nascondono tra i civili”. In segno di sfida, secondo le stesse fonti, alcune donne si sono mostrare sui balconi senza velo.

In queste ore inoltre, come annunciato dal segretario di Stato Usa John Kerry in un’intervista alla Cnn, Gli Stati Uniti lanceranno un’operazione militare congiunta con la Turchia per completare la messa in sicurezza della frontiera turco-siriana.