Biltz di Forza Nuova contro la Turchia: cartelli di protesta davanti ai consolati

Campagna di Forza Nuova contro la Turchia. Dopo l’abbattimento dell’aereo da caccia russo nei cieli siriani il movimento guidato da Roberto Fiore è sceso in campo contro Ankara. Con un’azione dimostrativa i militanti di Forza Nuova hanno apposto sulle entrate dell’ambasciata turca di Roma e dei consolati onorari di Milano, Torino, Genova, Venezia, Trieste, Firenze, Napoli, Bari e Siracusa cartelli di protesta contro il governo turco. «Questo non è l’epilogo ma l’inizio di una dura campagna contro la Turchia –ha detto il segretario nazionale Fiore – che sarà supportata da tutti i movimenti nazionalisti che compongono Alliance for Peace and Freedom». A questo riguardo, l’Apf terrà lunedì 30 novembre  a Bruxelles una conferenza sulle responsabilità della Turchia e sulla crisi internazionale in corso.

Forza Nuova, parte le campagna di boicottaggio del turismo in Turchia

Forza Nuova, inoltre, ha avviato in contemporanea in alcune città anche una campagna di boicottaggio del turismo in Turchia. Come si legge su Piacenza.it con un significativo manifesto dai chiari toni pro Russia, Forza Nuova indica infatti, nel turismo il punto debole da colpire per danneggiare il Paese di Erdogan. «È ormai evidente – ha spiegato il responsabile provinciale di Piacenza Matteo Cordani – come la Turchia armi, finanzi e sostenga attivamente il terrorismo. Andare in vacanza nelle pur belle spiagge e città turche significa quindi sostenere l’Isis. Mai più un euro alla Turchia – ha concluso – sosteniamo chi il terrorismo lo combatte davvero: prenotiamo le vacanze in Crimea».