Berlusconi: “In Occidente siamo in mani incompetenti. Putin ha ragione”

“Purtroppo nel mondo Occidentale c’è una carenza di leadership. Siamo nelle mani di incompetenti ed incapaci. Non avevano nemmeno capito che bisognava controllare le frontiere, lo fanno ora che i buoi sono usciti dalla stalla”. Così Silvio Berlusconi al Tg1 commenta gli attentati di Parigi. “Sono mesi che il presidente Putin lo chiede: l’UE che è la più colpita dalle migrazioni deve sollecitare una coalizione composta da Russia, Usa e Cina per un intervento militare sotto l’egida dell’Onu per estirpare il cancro dell’Isis alla radice”. “L’Isis come sappiamo è odio e terrorismo più atroce, è il contrario della civiltà”.

“Ci troviamo – ha commentato ancora Berlusconi – di fronte a qualcosa che rappresenta l’odio e il contrario di ciò che consideriamo civiltà. E’ chiaro che l’Isis ha dichiarato guerra all’Occidente e potrebbe essere davvero la terza guerra mondiale, visto il numero di persone che professano questa idea del mondo che è contraria agli altri”. L’ex premier ha rivendicato di aver visto profilarsi questo rischio del fondamentalismo islamico “già vent’anni fa”, ribadendo le sue critiche all’attuale leadership occidentale e in particolare all’Unione Europea. “Rispetto all’idea che avevamo noi – ha affermato Berlusconi – l’Ue oggi è un nulla politico e uno zero militare”. A sostegno di questa tesi, l’ex premier ha citato quelle che definisce “politiche autolesionistiche che hanno portato a ingaggiare una guerra commerciale con la Russia e anche con l’unico paese che rappresenta la democrazia in medio oriente che è Israele”.