Alfano: «Cresce la preoccupazione per la minaccia terroristica al Giubileo»

“Il livello di preoccupazione per la minaccia terroristica cresce con il Giubileo: Roma ed il Papa sono già stati al centro di dichiarazioni minacciose inneggianti alla distruzione e all’odio”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nella sua informativa alla Camera. “Rafforzeremo la vigilanza – ha aggiunto Alfano  – sui punti sensibili, a partire da piazza S.Pietro, dove ci saranno percorsi stabiliti per l’afflusso e postazioni fisse di controllo”.  “Attenzione – aggiunge Alfano – anche alle minacce dal cielo”. Molti sono i grandi eventi del Giubileo che dovranno essere  tenuti sotto controllo. Domenica 13 dicembre ci sarà l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Giovanni e di quella di San Paolo fuori le Mura. Il 20 dicembre, si celebrerà il Giubileo dei bambini degli oratori romani ed il 27 quello della Famiglia. Occhi puntati anche sull’1 gennaio 2016, giornata mondiale della pace e data dell’apertura della Porta Santa alla Basilica di Santa Maria Maggiore. Dall’8 al 14 febbraio ci sarà l’esposizione delle spoglie di Padre Pio, uno degli eventi più attesi dell’Anno Santo. Attenzione elevata anche in occasione delle partite di calcio, sopratutto quelle dei tornei europei. Il 26 novembre la Lazio giocherà all’Olimpico in Europa League contro gli ucraini del Dnipro, mentre il 9 dicembre toccherà alla Roma scendere in campo in casa contro i bielorussi del Bate Borisov. Maggiori controlli anche per i concerti e gli eventi che richiamano a Roma folle numerose. Il 4 dicembre a Ciampino, a due passi dalla Capitale, è in programma il concerto degli Eagles of Death Metal, proprio la band che venerdì scorso si esibiva Bataclan. L’evento, fanno sapere gli organizzatori, è ancora in calendario anche se il gruppo sembra stia pensando all’annullamento del tour dopo i fatti di Parigi.