Volkswagen, salgono a 709.712 unità in Italia i motori diesel irregolari

Continua a salire il numero dei veicoli Volkswagen dotati di scarichi irregolari. In Italia i veicoli del gruppo Volkswagen equipaggiati con motori Diesel EA 189 interessati dall’azione di richiamo crescono a 709.712 unità. E’la stessa casa tedesca a comunicarlo, precisando che la differenza rispetto ai dati precedententi è dovuta all’inclusione di tutti i veicoli con motore EA 189, indipendentemente dallo standard di emissioni. I richiami aggiornati riguardano: 385.694 Volkswagen, 231.729 Audi, 35.343 Seat, 39.598 Skoda, 17.348 Volkswagen Veicoli Commerciali. Nella precedente comunicazione i veicoli indicati da Volkswagen Italia erano 645.458 unità, suddivisi in 361.432 Volkswagen, 197.421 Audi, 35.348 Seat, 38.966 Skoda e 15.291 Volkswagen Veicoli Commerciali. Sono quindi interessati al richiamo 64.254 veicoli in più. Sono quindi interessati al richiamo 64.254 veicoli in più. Lo sandalo, quindi, si allarga a dismisura. Al momento nessuno è in grado di prevedere esattamente gli effetti negativi dello scandalo sull’economia. Proprio soffermandosi su questi aspetti, il presidente della Bce, Mario Draghi, ha detto che è ” ancora molto, molto presto per dire” quale sarà l’impatto dello scandalo Volkswagen sull’Eurozona. Certo è che aumenta la preoccupazione. Nè tranquillizzano le ammissioni di colpa e le promesse di risarcimento che giungono quotidianamente dal gruppo tedesco.