La vendetta dei romani: vanno sulla pagina facebook di Marino e…

Non c’è pace per Ignazio Marino. La “vendetta” dei romani arriva anche sulla sua pagina Facebook che, in linea teorica, dovrebbe essere quella dei suoi sostenitori e che invece si trasforma in una corrida dove in tanti infilzano il sindaco con sfottò e rabbia. Lui, il “professor Ignazio” (come lo chiama qualche sporadico fan) ha pubblicato il video sulle dimissioni. E si è subito mobilitato il cosiddetto popolo del web, che si è gettato a capofitto per dirgliene quattro.

Lo scontro sulla pagina fb di Marino

«Giustissimo farsi da parte quando non si è in grado di governare la Capitale d’Italia», ha commentato Elio M (citiamo solo i nomi), mentre Miriam T se l’è cavata con una risata godereccia, «ahahah» per esprimere la soddisfazione di vedere il sindaco con le valigie in mano. Marco LB invece ha lanciato un urlo: «Giustizia è fatta, Roma è libera». Pungente la battuta di Michaela L rivolta sempre a Marino: «Lei diceva “basta con le polemiche, da domani cominciamo a risolvere i problemi di Roma”: E in effetti, dando le dimissioni, ha risolto il primo problema».

Chi ha osato difendere Marino (pochi, in verità, nonostante la pagina sia quella dei suoi sostenitori) si è beccato una valanga di repliche del tipo «Caro amico del sindaco, consolati pensando che adesso l’agnello sacrificale potrà tornare negli States» (Paolo C) oppure «Pensa come sei ridotto, difendi uno che ha mentito spudoratamente facendo passare le sue cene di famiglia come cene di rappresentanza istituzionale» (Guglielmo). Ma c’è un fan di Marino che proprio non ha resistito a schierarsi dalla parte del suo mito. E’ Francesco C e l’ha sparata grossa: «Rimarrà il miglior sindaco che Roma ricordi». Basta questa frase a scatenare l’inferno. «France’», gli ha risposto senza peli sulla lingua Domenico E, «tu non stai bene con la memoria. Della storia dei sindaci di Roma non conosci una ceppa de c… Vatte a butta’ da Ponte Milvio co ‘na pietra ar collo». E Miriam ha aggiunto un «Impiccate». Meglio evitare di difendere Marino, si finisce soli contro tutti, persino sulla sua pagina di facebook.