Stazione Termini alla mercé dei rom: un’altra turista vive minuti di incubo

Ci risiamo. Ancora una ragazza rom che aggredisce. E la zona d’azione è sempre quella, la Stazione Termini, dove da mesi e mesi la gente protesta per la presenza dei nomadi che fanno di tutto. Stavolta a farne le spese è stata una turista orientale. in difficoltà perché non riusciva a fare il biglietto. La quattordicenne rom si è offerta di aiutarla, una tecnica che i borseggiatori usano da parecchio tempo, si à mostrata gentile e si è fatta addirittura un selfie con la turista. Poi però è partita alla carica, l’ha aggredita e ha chiesto di essere pagata per quell’aiuto mai richiesto.

 Nella Stazione Termini la rom si spacciava per un’addetta alle ferrovie

Com’è riuscita a ingannare la turista? Semplice, si è spacciata per un’addetta alle ferrovie della Stazione Termini, abituata quindi a utilizzare le macchinette per i biglietti. Tutto sembrava andare per il verso giusto ma poi all’improvviso la quattordicenne rom ha bloccato la donna e l’ha minacciata pesantemente: «Se non mi dai venti dollari non ti lascio andare». La turista stava per perdere il treno per Firenze. La donna si è impaurita con la romena che le teneva le braccia e non la lasciava andare. Per questo ha messo mano al portafogli e ed è stata costretta a darle 20 dollari. Poi la vittima è ritornata alla Stazione Termini e ha visto la falsa dipendente Fs. La romena era alla biglietteria e stava ”aiutando” altri turisti. È stata chiamata la Polizia Ferroviaria che ha arrestato la quattordicenne per il reato di estorsione.