Sms a Meloni: mio padre ucciso da uno scippo, grazie per le sue parole

Marco Maranini, figlio di un pensionato settantenne, Loredano, morto a Perugia in seguito a uno scippo, ha inviato un sms a Giorgia Meloni, dopo che la leader di Fratelli d’Italia aveva partecipato alla trasmissione Piazza Pulita, condotta da Corrado Formigli. Meloni, scontrandosi con Davide Parenzo, aveva ricordato il caso del pensionato ucciso sottolineando che bisogna stare dalla parte delle vittime delle rapine e non dalla parte dei rapinatori. Inoltre, si era chiesta come mai faccia notizia solo il rapinatore albanese ucciso e non gli italiani che perdono la vita durante scippi, aggressioni, furti e rapine. Questo il testo dell’sms inviato da Marco Maranini: “Onorevole buonasera – questo il testo del messaggio – sono Maranini Marco, il figlio del pensionato di Perugia (Loredano), deceduto a causa di uno scippo e oggi dopo aver rivisto la trasmissione Piazza Pulita in cui lei era ospite, volevo ringraziarla veramente di cuore per il suo intervento in cui ricordava mio padre. Tante discussioni per un pregiudicato morto mentre cercava di rubare a casa di un onesto cittadino e silenzio per un onesto cittadino ucciso come un cane per strada da un delinquente, chiunque esso sia…un paese in cui tutto va alla rovescia”. La morte di Loredano, che aveva battuto la testa  sull’asfalto dopo lo scippo, aveva particolarmente colpito l’opinione pubblica regionale, così come il fermo e il rilascio del 37enne marocchino sospettato. Il tutto per mancanza di “gravità indiziaria” riscontrata dal Gip. Meloni ha reso noto il testo del messaggio ricevuto su Fb e su Twitter commentandolo così: “Sono parole che mi hanno molto colpito e che mi spronano a continuare la battaglia di Fratelli d’Italia: la difesa è sempre legittima”.