Si lanciano con bandiere e vessilli della Folgore per ricordare El Alamein

Anche quest’anno la brigata paracadutisti Folgore, l’Associazione nazionale paracadutisti italiani (Anpd)  e tutti i paracadutisti militari in servizio e in congedo si apprestano a celebrare con una serie di eventi, il 73mo anniversario della Battaglia di El Alamein, anniversario caro alla nostra memoria di italiani. Il primo di questi eventi celebrativi è stato il suggestivo aviolancio delle bandiere e degli stendardi della brigata Folgore ad Altopascio, in provincia di Lucca. Una cerimonia che fa da preludio alla festa di specialità della stessa brigata Folgore che avrà luogo il 16 ottobre alla caserma Gamerra di Pisa. In particolare, nella zona di lancio si è assistito all’aviolancio della bandiera di istituto del Capar, il centro di addestramento dei paracadutisti, e della bandiera di guerra del 186° reggimento paracadutisti Folgore. Dopo il lancio delle bandiere, il comandante della brigata Folgore, generale Giovanni Maria Iannucci, e i gruppi bandiera delle due unità, alla testa dei loro vessilli, si sono schierati nell’area attigua alla zona di atterraggio dove c’era una platea di paracadutisti e labari dell’Anpdi. Il cappellano della Folgore ha poi recitato la preghiera del paracadutista e benedetto le bandiere e i labari. Più tardi, al Capar, è stata firmata una convenzione tra l’amministrazione Difesa e l’Anpdi per consolidare la preziosa cooperazione tra la Folgore e l’associazione, per la formazione dei paracadutisti.