Sangue in un campo nomadi a Verona: una donna uccisa a coltellate

Probabile regolamento di conti in un campo nomadi a Verona. Una donna di 39 anni proveniente da Siracusa, Corradina Mirabile è morta all’ospedale di San Bonifacio (Verona) dove era stata accompagnata già agonizzante.  L’omicidio è avvenuto in un campo nomadi vicino alla Regionale 11 nei pressi della zona industriale di San Bonifacio. Il corpo della vittima è stato quindi abbandonato davanti all’ospedale del paese.

Campo nomadi, la donna aveva una ferita alla gamba sinistra

Sull’omicidio e omissione di soccorso indagano i carabinieri che comunque non scartano nessuna pista. La donna, quando dal campo nomadi è arrivata al pronto soccorso, era già in condizioni disperate, presentava una ferita alla gamba sinistra, causata verosimilmente da un’arma da taglio, e a nulla sono valsi i soccorsi dei sanitari del nosocomio sambonifacese. La 39enne da alcuni giorni dimorava con la sua famiglia e altri nuclei familiari in un’area della zona industriale di San Bonifacio dove occasionalmente si fermano gruppi di nomadi. Ma nelle prime ore dell’alba l’area già risultava completamente sgomberata. Testimoni hanno riferito di avere visto due roulotte allontanarsi dall’ospedale di San Bonifacio all’ora in cui la donna si è presentata al pronto soccorso e per questo sono state attivate ricerche a tappeto anche fuori dalla provincia di Verona, in particolare verso il vicentino.