Rischio “furbate” per il dopo-Marino: FdI vede Gabrielli e chiede garanzie

Votare durante le amministrative di primavera e nominare un commissario sopra le parti. Fratelli d’Italia ha incontrato il prefetto di Roma Franco Gabrielli chiedendo che vigili perché sul dopo-Marino nessuno “faccia il furbo”. «Diciamo che il prefetto non è trasecolato ascoltando le nostre osservazioni», ha spiegato il capogruppo alla Camera di FdI, Fabio Rampelli, al termine dell’incontro.

 «Si voti in primavera»

«Ci auguriamo che vengano confermate le elezioni per il Comune di Roma nella finestra delle amministrative già previste», ha sottolineato Rampelli, aprendo comunque alla possibilità di un breve rinvio nel caso dovesse essere rilanciata la necessità di non sovrapporre le elezioni con il Giubileo. Ma, è stato l’avvertimento dell’esponente di FdI, «si voti immediatamente, entro dicembre».

FdI contro lo scioglimento dei Municipi

L’altra questione sensibile affrontata con Gabrielli è stata, poi, quella della nomina del commissario e dei subcommissari che «devono essere terzi, neutrali e al di sopra delle parti». Non devono avere avuto «nulla a che spartire con la giunta Marino», ha detto Rampelli, aggiungendo che per FdI, invece, i Municipi devono «continuare a fare il loro lavoro con gli attuali presidenti e consigli municipali, in modo tale da garantire l’esistenza dell’opposizione». «Siamo assolutamente contrari all’ipotesi dei presidenti commissari», ha proseguito il capogruppo di FdI alla Camera, spiegando che «il prefetto ci ha ascoltato e ci ha detto che rappresenterà le nostre posizioni. In alcuni casi già nei giorni scorsi aveva manifestato indicazioni abbastanza assonanti alla nostra richiesta».