Renzi sbeffeggia Marino in diretta tv: «Ma quale mandante…»

Renzi sbeffeggia Marino. “Ma quale mandante, ma quale congiura. Una città o funziona o non funziona, se non funziona bisogna prenderne atto”. Lo afferma il premier al Tg1. “Occorre tornare – aggiunge Renzi – ad avere convinzione e fiducia dei propri mezzi dire  sono un cittadino romano   era un vanto ora è motivo di preoccupazione e scandali. Sono convinto che con il lavoro di Tronca, di Gabrielli e dei collaboratori, ridaremo ai romani fiducia e entusiasmo”. “Una città funziona – se il sindaco riesce a far funzionare gli autobus, a sistemare le strade. O funziona o non funziona”, spiega Renzi che poi sottolinea: “adesso stoppiamo le chiacchiere e mettiamoci a parlare di cose concrete”. Renzi si è soffermato anche sulla legge di stabilità.  “I singoli punti si possono affrontare” ma “non credo che ci saranno molti stravolgimenti. La legge di stabilità è una legge” che “per la prima volta non chiede agli italiani ma restituisce”. In ogni caso, né Renzi né marino né il Pd c’hanno fatto bella figura…