«Putin è il leader globale della lotta al terrorismo»: pure l’Argentina è con lui

Da una parte l’estremismo islamico, i tagliatori di teste. Dall’altra un Occidente che è rimasto troppo a lungo alla finestra, inerme. Poi i raid, lo scontro tra la strategia degli Usa e quella della Russia. Alla fine a imporsi è stato Il leader del Cremlino che continua a raccogliere il plauso non solo della gente comune ma anche dei vertici dei Paesi. Dall’Argentina si fa sentire Cristina Fernandez de Kirchner: «La posizione adottata dalla Russia ha trasformato Putin nel leader globale della lotta contro il terrorismo», ha detto in un’intervista al canale Russia Today.

La Kirchner esalta Putin; «Gli Usa occultano la verità»

La leader argentina – che di consueto non accetta interviste né convoca conferenze stampa – come ultimo atto della sua presidenza ha detto che l’iniziativa presa da Mosca in Medio Oriente «serve a fare crollare le ipocrisie, permettendo alla gente di vedere come stanno le cose con chiarezza». L’intervista della Kirchner è stata diffusa dopo una videoconferenza con il suo omologo russo, in occasione del 130° anniversario dell’inizio delle relazioni diplomatiche bilaterali fra i loro paesi. La Kirchner ha lodato le prese di posizione di Mosca in Medio Oriente, sottolineando che servono anche per «sbloccare la situazione, perché finché non si riconoscerà l’esistenza dello Stato palestinesi la violenza andrà avanti». La “presidenta”, come continua ad essere chiamata, ne ha approfittato per criticare i canali news americani, che – ha detto – «informano su quello che vogliono, manipolano e occultano».

L’azione di Putin non si ferma. Nella lotta al terrorismo, dice il leader del Cremlino, «il popolo siriano praticamente da solo oppone resistenza già da alcuni anni e subisce delle notevoli perdite, ma negli ultimi tempi raggiunge anche degli importanti risultati positivi», Poi ha ricordato che «su richiesta» del governo di Damasco, Mosca fornisce «aiuti efficaci al popolo siriano nella lotta al terrorismo internazionale, che – sono sempre parole di Putin – ha scatenato una vera guerra contro la Siria».