Il montiano Librandi accusa il pensionato. La Santanchè: «Sparati in testa» (video)

Scontro in tv tra Daniela Santanchè (Forza Italia) e Gianfranco Librandi (Scelta Civica) sul caso della rapina finita in tragedia a Vaprio D’Adda nel Milanese. «Bene ha fatto a sparare», ha detto la deputata azzurra, parlando del pensionato che ora è indagato per omicidio volontario. Lo dice interpretando la rabbia e il disgusto della maggior parte delle persone che ritengono legittimo difendersi da aggressioni in casa propria. Lo dice interpretando il pensiero di chi chiede che venga cambiata la legge sull‘eccesso di legittima difesa, perché così com’è impedisce agli onesti cittadini di difendersi dalle irruzioni e dalle rapine mentre la paura taglia le gambe. Nel corso della puntata del progrmma di Del Debbio “Dalla parte vostra” è invece andato in scena l’assurdo.

 Il montiano: «Il pensionato doveva sparare in aria»

Alla Santanché che chiedeva al collega di Sc di mettersi nei panni di chi in piena notte si vede piombare in casa un estraneo, nel suo terrore, nella sua angoscia, Librandi ha avuto il coraggio di replicare che «prima di sparare avrebbe dovuto dire “altolà, chi va là” e  sparare in aria». Librandi, insomma, pensa che una persona onesta dovrebbe essere abituata a subire agguati notturni ed effrazioni ogni giorno al punto da acquisire questa freddezza. Di fronte alla cecità e all’ottusità di un Librandi che continuava a dare contro al pensionato, il dibattito è sconfinato. Ma come si fa a dire tali assurdità, dice la Santanché, «come se una persona di fronte a un aggressore che gli sta davanti, avesse il tempo di chiedergli quali siano le sue credenziali e le sue intenzioni.  Qui di volontario c’è solo il tentativo di rapina», dice la deputata azzurra diofendendo la reazione del pensionato,  e non l’omicidio. E poi: «Ma si spari un colpo in testa». A quel punto il conduttore Paolo Del Debbio manda la pubblicità, ma al rientro in studio il battibecco riprende con Librandi che si rivolge a Santanchè: «Lei si deve vergognare di essere un deputato a dire queste cose». Al contrario, dovrebbe vergognarsi un deputatato come il montiano Librandi e chi come lui è capace di piangere i morti senza fare nulla per la sicurezza dei cittadini per poi pretendere che questi portino il peso, anche giudiziario oltre psicologico, dei loro fallimenti. Il pensionato sta avendo tutta la solidarietà delle persone comuni che invece sanno mettersi nei suoi panni, mentre certi politici continuano a viaggiare anni luce dalla realtà. Questo il video dello scontro-tv, rilanciato dal Corriere della Sera.