Mike Tyson sale sul ring per Donald Trump: «Votate per lui, è il migliore»

Mike Tyson è di nuovo sul ring, ma questa volta è quello della campagna elettorale per le presidenziali americane del 2016. L’ex campione di boxe ha infatti scelto di schierarsi dalla parte di Donald Trump, perché secondo lui è il candidato giusto dopo otto anni di Obama.

Le parole di Mike Tyson e il grazie di Trump

«Proviamo qualcosa di nuovo – ha detto Tyson – proviamo a guidare l’America come un’azienda dove non ci sono colori». Tyson e Trump sono amici di vecchia data, il candidato è stato in passato anche suo consulente finanziario. Dopo la notizia del sostegno, immediato il commento di Trump su Twitter: «Grazie Iron Mike, lo apprezzo veramente». Tyson non è la prima celebrity a schierarsi per il magnate del mattone. Lo hanno già fatto, tra gli altri, anche Dennis Rodman, ex campione basket, il chitarrista rock Ted Nugent, l’ex campione di wrestling Jesse Ventura, il proprietario della squadra di basket dei Dallas Mavericks Mark Cuban.

Tutti i candidati contro Obama e la Clinton

Ma un elemento unisce i candidati repubblicani alla Casa Bianca: l’attacco di Barack Obama su tasse e occupazione, sulle riforme dell’immigrazione e di Wall Street. L’accusa al presidente è di aver tarpato le ali alla ripresa dell’economia americana. Ma il vero obiettivo è colpire Hillary Clinton, per tutti l’avversaria da battere per chiunque otterrà la nomination presidenziale. E dipinta come una “Obama-bis”. Non a caso dalla campagna della ex first lady parte una nuova offensiva a colpi di spot televisivi, trasmessi proprio mentre va in onda il terzo dibattito dei repubblicani. Spot che li attacca sulla questione femminile, con Hillary in prima linea per i diritti delle donne che lavorano, per le quali chiede paghe più alte e condizioni di lavoro più giuste.