Lesbiche in vacanza: amoreggiano in pubblico e finiscono in manette

Si è trasformata in un incubo la vacanza alle Hawaii per due lesbiche. La coppia è infatti finita in manette per alcune “appassionate effusioni” in pubblico, baci compresi, specialmente in un supermercato di Honolulu. Secondo quanto raccontato ai media da Courtney Wilson e Taylor Guerrero di Los Angeles, le due sono state costrette a rimanere sull’isola cinque mesi come condizione per essere scarcerate dopo l’arresto.

 Le due lesbiche e le effusioni nel supermercato

Tutto è iniziato quando la coppia di lesbiche è entrata in un supermercato per comprare snack. Le due donne, mentre camminavano tra i reparti, si tenevano la mano e si scambiava tenerezze. Atteggiamenti che hanno infastidito un poliziotto fuori servizio ma ancora in uniforme che stava facendo acquisti: «Hey, ragazze – ha detto loro – non potete fare queste cose qui». Senza replicare le due si sono allontanate e hanno continuato a scambiarsi effusioni altrove. A quel punto il poliziotto ha preso una di loro per il braccio e ha minacciato di buttarle fuori dal supermercato. «Non sapete la differenza – ha urlato l’agente – tra un motel e un supermercato? ». Di li è iniziata una lite finita con lo scontro fisico e poi le manette con l’accusa di oltraggio a pubblico ufficiale. Alla fine le accuse sono cadute ma le due hanno dovuto passare tre notti in cella e pagare una cauzione di 12mila dollari ognuna. Durante i cinque mesi ‘forzati’ sull’isola hanno dovuto anche dormire in rifugi per senzatetto oltre a fare lavori di pulizie per mantenersi.