Incidente stradale in Francia: scontro tra bus e camion provoca 42 morti

Sale a 42 vittime il tragico bilancio dell’incidente stradale avvenuto nella Gironda, nel sud-ovest della Francia, che ha coinvolto un bus e un camion andati a fuoco dopo l’impatto. In base alle prime, sommarie informazioni, la collisione sarebbe avvenuta questa mattina intorno alle 7:30 a Puisseguin, sulla strada provinciale 123. Secondo quanto fin qui ricostruito dai media d’oltralpe, all’impatto, poi degenerato nell’incendio, sarebbero uscite indenni solo tre persone, e altre cinque risultano ferite.

Incidente stradale in Francia

L’ultimo bilancio della prefettura della Gironde aggiorna il bollettino del drammatico incidente in Francia allo sconcertante numero di 42 vittime della strada, le quali, secondo il sito del quotidiano locale Sud Ouest – che cita fonti sul posto – sarebbero per la maggior parte persone anziane che si trovavano su un pullman per un viaggio organizzato. Di pi§: all’elenco delle vittime si aggiunge l’informazione secondo cui  tra i morti figurerebbero – oltre ai passeggeri del bus – gli autisti sia del camion che del pullman. In base a quanto si è fin qui apprreso sulla dinamica della collisione mortale, i due veicoli si sarebbero scontrati frontalmente. Immediati sono scattati i soccorsi: secondo France Bleu Girone, sul posto è stato dispiegato un imponente dispositivo di soccorso che vede impegnati, tra gli altri, almeno 60 vigili del fuoco.

Hollande: «Il governo è mobilitato»

Il presidente francese Francois Hollande, che si trova in visita in Grecia, saputo del gravissimo incidente avvenuto nel comune di Puisseguin, a una cinquantina di chilometri a ovest di Berdeaux, ha affermato che «il governo è totalmente mobilitato su questa terribile tragedia». Il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve, intanto, si è recato sul posto. «Siamo colpiti, bisogna organizzare l’accoglienza dei feriti e, purtroppo, dei corpi», ha dichiarato a sua volta il sindaco di Puisseguin, il comune dove è avvenuto l’immane incidente stradale.