Grillo fa scuola: anche i Verdi si affidano a un comico per la leadership

Potrebbe essere Giobbe Covatta, già testimonial di Amref e Save the Children, il prossimo presidente dei redivivi Verdi, travolti dai fallimenti politici del passato e ora protesti nel tentativo di una difficile resurrezione. Al prossimo congresso nazionale che si terrà il 14 e 15 novembre oltre il 90 per cento degli iscritti e dei delegati del Sole che Ride hanno candidato il comico napoletano, di origine tarantina, alla guida del movimento ecologista. La svolta umoristica della politica, dopo l’esperienza trionfale di Beppe Grillo, prosegue dunque anche sotto il segno dei Verdi. Da Pecoraro Scanio, il profeta del cazzeggio politico, a Giobbe Covatta, il profeta della predica comica in tv.

Verdi, chi è Giobbe Covatta

Giobbe Covatta, pseudonimo di Gianni Maria Covatta, dopo gli esordi come animatore turistico, Gianmaria inizia la sua gavetta con il nome d’arte di Giobbe nel 1987 sul canale Odeon TV con il programma “Una notte all’Odeon” e nel 1988 debutta in Rai su Rai 2 con il programma “Tiramisù”. Lo stesso anno appare in televisione a Rai 2 con Fate il vostro gioco e Chi c’è c’è, regia di Gian Carlo Nicotra, dodici puntate con il pugliese Gianni Ciardo, in onda da Milano. L’anno seguente lo ritroviamo su Odeon TV, mentre nel 1990 arriva la svolta e trova il suo trampolino di lancio nel Maurizio Costanzo Show, che gli assicura fama nazionale.