Fugge in monopattino dopo aver compiuto una rapina: arrestato

Fuga in monopattino: in realtà è questo che fa scalpore della notizia inerente l’ennesimo furto di un senza fissa dimora di origini romene. L’uomo, un ventinovenne con all’attivo diversi precedenti, ha messo a segno una rapina “insolita” in un bar di via Porta Cavalleggeri, a pochi passi da San Pietro, e ancora più “insolita” l’uscita di scena dello stravagante ladro…

Fugge in monopattino dopo una rapina

È riuscito a sfrecciare tra le auto; a garantirsi il favore del vento e la spinta propulsiva della discesa, ma non gli è bastato. Così, dopo aver compiuto una rapina “mordi e fuggi”, strappando ai dipendenti di un bar nel centro di Roma l’incasso maturato, è fuggito di gran corsa a bordo di un monopattino. Ma la stravagante fuga è durata poco: i carabinieri della Stazione San Pietro hanno arrestato il cittadino romeno con l’accusa – è proprio il caso di dirlo – di “rapina impropria”. L’uomo prima di fuggire ha anche aggredito i dipendenti del bar che hanno tentato di bloccarlo e di impedirne la fuga. Fuga rocambolesca, al limite della comica chapliniana, breve ma intensa. I dipendenti del bar, infatti, hanno immediatamente avvertito il 112, ai cui agenti hanno anche fornito la descrizione del rapinatore dotato di monopattino. Non è stato difficile individuarlo in zona e stanare il rapinatore mentre, ancora a bordo del suo monopattino, e a breve distanza dal luogo del colpo, scendeva a forte velocità in via delle Fornaci, in direzione di San Pietro. Dopo averlo bloccato, le forze dell’ordine hanno perquisito il giovane romeno, che hanno trovato in possesso di 500 euro circa: provento della rapina e di un cellulare, di cui l’uomo non ha saputo fornire la provenienza.