Follia Sel: «Fermate quel convegno, si parla di mamma e papà, è scandaloso»

Gridano allo scandalo, non si deve più parlare di mamma e papà. Vietato pronunciare quelle due parole, manco fossero bestemmie. L’allarme arriva da un deputato di Vendola: «In alcune scuole pugliesi si sta verificando un “tour omofobo”», urla l’on.Nicola Fratoianni (Sel) che chiede l’intervento della ministra Giannini e del Miur. Che cos’è successo di tanto grave? «In una scuola di Monopoli, in provincia di Bari, – spiega – viene organizzato un incontro dal titolo “Gender (D)Istruzione – Le nuove forme di indottrinamento nelle scuole italiane”, con relatore l’avvocato Gianfranco Amato. L’incontro è battezzato dalla presenza della dirigente scolastica».

Il convegno: «Sarà ancora possibile dire mamma e papà?»

Ma non solo, scandalo chiama scandalo: «A Maglie in provincia di Lecce – prosegue Fratoianni – il Comune concede il patrocinio per un incontro dal titolo “Sarà ancora possibile dire mamma e papà?”. Indovinate chi è l’animatore? Sempre l’avvocato Amato. Roba assurda, ideologie inesistenti, aria fritta diffusa nelle scuole, nelle piazze, con l’unico obiettivo – sottolinea Fratoianni – di spaventare, di distribuire odio e di creare discriminazioni inaccettabili nei confronti degli omosessuali, prendendo a pretesto la difesa della famiglia naturale. Assurdo che un’amministrazione e una dirigente scolastica offrano platee alla diffusione di sciocchezze di questo tipo”. Fratoianni conclude annunciando di aver depositato due interrogazioni sulla questione al governo. Mamma e papà come una bestemmia. E’ la nuova bandiera della sinistra.