FI supera la Lega, Meloni record, centrodestra a un passo dalla maggioranza

Il sondaggio Demos di “Repubblica” parla chiaro: Matteo Renzi è un leader molto popolare, funziona meglio del suo partito ma anche molto meno bene di qualche mese fa. E il governo? Il giudizio positivo supera il 40% ma sulle singole riforme solo un italiano su tre si mostra soddisfatto. E a destra? Forza Italia cresce e risorpassa la Lega, Fratelli d’Italia sfonda il 4,5% crescendo di un punto rispetto al mese scorso, il Ncd resta nella palude dell’alleanza improduttiva. Ma il centrodestra, grazie all’Italicum con gli sbarramenti, il listone unico e il ballottaggio, secondo Demos al momento supererebbe il 48% e sarebbe a un passo dalla maggioranza, con l’asse Lega-Fi e il preventivabile supporto delle altre componenti di destra al secondo turno.

Renzi il più popolare, Meloni seconda

Il 42% degli intervistati esprime una valutazione positiva sull’azione del governo, un po’ più rispetto allo scorso giugno (39%) ma il giudizio su Matteo Renzi è meno positivo. Oggi il 44% degli italiani mostra di gradire il suo operato ma molto meno rispetto a un anno fa, quando l’indice superava il 60%. «Così, in tempi di distacco dalla politica e, anzi, di antipolitica, il Premier risulta, nonostante tutto, moderatamente apprezzato. Da una parte di italiani minoritaria. Ma, comunque, in misura superiore a tutti gli altri  politici», scrive Ilvo Diamanti. Dietro di lui c’è Giorgia Meloni, più popolare del partito che guida (Fratelli d’Italia, comunque in crescita al 4,5%) mentre i gli altri sono lontani. Matteo Salvini, leader della Lega, è, valutato positivamente dal 33% dei cittadini, in calo di 4 punti, Luigi Di Maio e Beppe Grillo, i portavoce del M5s, sono al 31%.

Il Pd prosegue la sua caduta libera

Secondo le stime di voto di Demos, il consenso del Pd sarebbe sceso sotto il 32%. Il livello più basso dalle elezioni europee fino ad oggi. Mentre il M5s ha raggiunto il livello più elevato: il 27,2%. La distanza fra i due partiti si è, dunque, ridotta a circa 4 punti e mezzo. Alle europee era di quasi 20. Un anno fa era di oltre 16, scrive Repubblica.

Il controsorpasso di Forza Italia alla Lega

Ma il dato forse più interessante del sondaggio è il controsorpasso di Forza Italia alla Lega, che sembra aver frenato la sua corsa. Forza Italia ha superato, di nuovo, la Lega, ferma al 12,5 contro il 13,2% degli azzurri mentre Silvio Berlusconi è apprezzato dal 26% dei cittadini: un dato in calo soprattutto se lo si raffronta con il recupero di consensi del suo partito, a dispetto anche dei tradimenti parlamentari dei Verdini vari.