Esce allo scoperto “l’anima rossa” che dà i consigli ad Alfano: è la Castaldini

Ecco chi è l’anima rossa di Alfano che, anche di fronte a sondaggi che condannano l’Ncd all’inconsistenza elettorale, insiste: il nostro posto è accanto a Renzi. È lei, Valentina Castaldini, la portavoce nazionale del partito. Il suo volto è noto perché va spesso in tv a difendere le tesi che più di sinistra non si può, specie sull’immigrazione. È lei che si scontra con chiunque non sia filo-governativo, figuriamoci se si trova di fronte Salvini. Ed è lei che – nel momento in cui dall’Ncd stanno andando via tutti – urla: «Noi continueremo ad appoggiare il governo». Fedeltà assoluta al duo Matteo-Angelino, costi quel che costi.

La Castaldini: quanto è bravo il governo Renzi

Il motivo per cui bisogna appoggiare l’azione del centrosinistra è paradossale. Secondo la Castaldini, infatti, Palazzo Chigi «sta realizzando il programma del centrodestra» (dove, quando e come non si sa, ma lei lo dice lo stesso). Inoltre, questo è l’unico modo «per dare voce a quei moderati che nel 2013 hanno votato il centrodestra e che sono rimasti orfani di Berlusconi e Forza Italia, che hanno virato su un appiattimento sulle posizioni estremiste di Salvini e della Lega Nord». Il nostro obiettivo – continua – è ricostruire l’area dei moderati creando un nuovo spazio politico che abbandoni i vecchi schemi. Ad ogni modo non confluiremo nel Pd. Questo processo di riaggregazione e, al tempo stesso, di ricostruzione non deve passare per forza per l’evento traumatico di una crisi di governo. Sono due binari paralleli. L’identità di un’area politica si costruisce sui programmi. Del resto siamo ben consapevoli che la via che porta alle cose alte è piena di ostacoli». Poi su twitter la Castaldini scrive una frase che la dice tutta: «Ban Ki Moon riconosce ruolo Italia su immigrazione. La Ue lo ha già fatto #avevamoragionenoi #dallapartegiusta». Piccolo particolare: la Castaldini dovrebbe spiegare perché Ban Ki Moon ha “riconosciuto” il ruolo. Ma su questo cala il silenzio.