De Girolamo guida “la carica dei 100” che mollano Alfano per Berlusconi

«Altro che bluff. Ad incontrare Berlusconi a Roma questo pomeriggio saremo oltre 120 provenienti da tutta la Campania. Lo dico a chi è iscritto al partito degli annunci e delle slide: quello è un bluff, 120 persone sono fatti. Consiglio ai vertici di Ncd di rivedersi le tabelle pitagoriche». Nunzia De Girolamo, deputata di Forza Italia, fresca di ritorno al suo primo amore politico, Silvio Berlusconi, risponde così ad Angelino Alfano che aveva parlato di bluff. Invece quei cento amministratori che si preparano a passare con lei dal Ncd a Forza Italia oggi si materializzeranno a Roma, già ribattezzati come la “carica dei cento“, 101 con lei, come i cuccioli del cartoon. Lo aveva annunciato lei stessa a Palazzo Grazioli ma subito il leader del Ncd l’aveva sminuita: «La transumanza della De Girolamo è un bluff».

Cento, ma forse sono mille…

La De Girolamo rilancia: «L’hanno definita la carica dei cento ma se il servizio di sicurezza l’avesse consentito sarebbe stata la carica dei mille», promettendo che, a rate, ne porterà tanti altri da Berlusconi. Ma i problemi di affollamento esistono comunque, visto che l‘incontro con Silvio Berlusconi degli amministratori campani passati a Forza Italia, previsto inizialmente a Palazzo Grazioli, è stato spostato nella sede del partito in piazza San Lorenzo in Lucina. La decisione – viene spiegato da fonti di partito – sarebbe dovuta proprio alla alta adesione di esponenti azzurri.