Comunicato del Cdr del Secolo d’Italia

Il Comitato di redazione del Secolo d’Italia apprende con meraviglia, dalla lettera del presidente del comitato scientifico della Fondazione An, Marcello Veneziani, rivolta agli iscritti (pubblicata sul nostro sito), di una proposta di modifica del nome della nostra storica testata, cui andrebbe ad affiancarsi un foglio cartaceo settimanale “semplice, elegante, di costi modesti, che potrebbe diventare la voce di tutta l’area della destra e della Fondazione”. Proposta che il direttore scientifico auspica venga accolta unanimemente dall’assemblea degli iscritti o a larghissima maggioranza. Facciamo presente che tale proposta non è mai stata presentata ai giornalisti del Secolo d’Italia, testata fondata oltre 60 anni fa e coerente con le finalità e la ragione sociale della Fondazione An. Premesso che qualsiasi iniziativa volta al rilancio e al potenziamento del Secolo d’Italia è la benvenuta, ci auguriamo che ogni ipotesi di trasformazione del nostro giornale venga discussa con i redattori del Secolo e con i suoi rappresentanti, rispettando le regole contrattuali e le professionalità che da decenni sono al servizio del giornale.

Priscilla Del Ninno Gloria Sabatini Annalisa Terranova