Camera, lo ius soli è legge. La Lega: la cittadinanza non si regala

Sì dell’Aula della Camera alla nuova legge sulla cittadinanza. Il testo, approvato con 310 sì, 66 no e 83 astenuti, passa ora al Senato. I deputati della Lega hanno urlato “Vergogna!” e durante il dibattito hanno esposto cartelli con la scritta: “La cittadinanza non si regala”. Quelli del Pd hanno applaudito. Al voto finale si sono astenuti i deputati M5S, mentre contro il testo hanno votato quelli di Lega, FdI e FI.  Il disegno di legge introduce in Italia il cosiddetto ius soli temperato: avranno la cittadinanza i figli degli immigrati, ma dovranno aver frequentato un ciclo scolastico. Per Matteo Salvini la legge è una “schifezza”:”La sinistra – spiega – si sta comprando un milione di voti con questa legge a spese degli italiani”. Il varo della legge, commenta Maurizio Gasparri,significa assicurare “la cittadinanza facile per una massa di extracomunitari: una chiara manovra elettorale a discapito dei fondamentali principi del diritto e della logica”. “Un invito – prosegue Gasparri – a sbarcare nel nostro Paese che si è già distinto in questo con il governo Renzi, autore di un vero e proprio scafismo di Stato”.