Cina, la rivoluzione dei due bambini: la legge sul figlio unico sarà abolita

Promette di essere una vera rivoluzione, con ripercussioni fortissime sulla vita dei cinesi e, forse, non solo sulla loro: la Cina ha deciso di abolire la legge sul figlio unico, che era in vigore dalla fine degli anni Settanta.

Addio al figlio unico

Ad anticipare la notizia è stata l’agenzia ufficiale Nuova Cina, citando un comunicato del Comitato centrale del Partito comunista. In base alla nuova normativa, ogni coppia potrà avere due figli. La decisione è stata resa nota al termine della quinta riunione plenaria o “quinto plenum”.

Anche in Cina la popolazione cresce meno

Voci sull’abolizione della legge avevano iniziato a circolare dopo che gli esperti avevano segnalato un rallentamento della crescita della popolazione più deciso del previsto, a fronte dell’ invecchiamento della società che invece procede a ritmo sostenuto. In precedenza, secondo le stime dell’ Onu, il picco della crescita della popolazione cinese sarebbe stato raggiunto nel 2030. I nuovi studi invece lo hanno collocato dieci anni prima, nel 2020. Nel 2013, secondo una valutazione della Banca mondiale, la popolazione della Cina era di 1,357 miliardi di persone.