Capri celebra il comunista Lenin. Ma solo come giocatore di scacchi

La notizia è singolare e ha fatto subito il giro del web.  Capri ha ospitato il primo torneo di scacchi internazionale nel segno di Vladimir Lenin. Un omaggio non all’uomo politico e protagonista della Rivoluzione d’Ottobre del 1917,  ma a Lenin scacchista. Proprio nell’isola, che è sempre stata meta di personaggi illustri, Lenin fu ritratto in una foto durante una partita a scacchi contro Bogdanov, alias Alexandr Malinovskij. Era l’aprile del 1908.

Lenin a Capri: fu fotografato durante un torneo di scacchi

La celeberrima foto fu scattata durante la permanenza di Lenin nell’isola azzurra e in particolare sulla terrazza di villa Blaesus, sovrastante via Krup.  Sulla presenza di Lenin a Capri si raccontano alcuni aneddoti. Quel torneo, per esempio, era organizzato da Gorki, che voleva riunire a Capri tutti i futuri rivoluzionari, ma nel partito bolscevico vi era una grossa fattura e questi voleva riunificarlo, pensò che il modo migliore era organizzare un torneo di scacchi, dove il filosofo Alexander Bogdanov, intellettuale di spicco del partito bolscevico, allora più conosciuto e stimato dello stesso Lenin, sfidò colui che fece cadere la Russia zarista. A Capri Lenin trascorse due periodi della sua vita tra il 1908 e il 1910. I tornei di scacchi in quel periodo diventarono l’alibi per riunire gli esuli russi e le diverse scuole di pensiero del partito bolscevico.

Dal passato al presente

Il torneo dedicato a Lenin è stato organizzato dal Club Scacchi Capri presieduto da Michele Sorrentino e ha visto la partecipazione di circa 50 scacchisti provenienti da tutto il mondo, molti dei quali campioni internazionali. Primo classificato il serbo Miroljub Lazic seguito dal filippino Virgilio Vuelban e dall’italiana Olga Zimina.