Boschi umilia Alfano: avanti sulle unioni civili, alleanze con altre forze

Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi ha fatto “graziosamente” sapere al Ncd di Alfano che il Pd farà approvare la legge sulle unioni civili anche senza di loro. Altro che alleati privilegiati, o comunque in grado di influenzare le scelte di palazzo Chigi: la legge – dice Boschi – è un fattore di civiltà e andrà fatta in ogni caso perciò “se Ncd non darà il suo appoggio faremo accordi, alleanze con altre forze per portare a casa la legge”. E annuncia anche i tempi: entro dicembre. Uno schiaffone assestato ad Alfano proprio nel momento in cui le fibrillazione del Ncd avrebbero dovuto consigliare al Pd maggiore cautela nelle esternazioni ma, se così non è, la cosa avviene perché per REnzi e i suoi il ruolo di Alfano è solo quello del “valletto”.
“Si continua a fare di tutto per sancire la subalternità di Ncd” è il commento di Gaetano Quagliariello che ricorda che le unioni civili non fanno parte del programma di governo. Alfano prova a replicare: “Anche noi siamo pronti a ogni alleanza in Parlamento e al ricorso al voto segreto, pur di bloccare le adozioni da parte delle coppie gay”.Tuttavia, fa notare Elvira Savino (FI) si è registrata l’ennesima umiliazione per il Ncd: “Qualcuno lo ha capito e ha reagito, mentre qualcun altro finge ancora di non capirlo e subisce supinamente”.