Baby gang assalta un bus. Gli autisti: «È un continuo, siamo stufi»

Stava rientrando al deposito quando si è trovato sotto una fitta sassaiola. È successo a un autista di autobus di Napoli, finito vittima di una baby gang composta da cinque o sei giovani. L’episodio si è verificato intorno alle 22.40, dalle parti di viale 2 giugno, in zona Barra.

Come ha agito la baby gang

Proprio perché ormai fuori servizio, al momento del raid sull’autobus fortunatamente non c’erano passeggeri. I giovani teppisti per fermare il mezzo si sono buttati in mezzo alla strada, poi lo hanno circondato e quindi hanno iniziato a lanciare i sassi provocando danni di un certo rilievo. Diversi vetri sono stati danneggiati, mentre quelli della porta centrale e un laterale destro e uno sinistro sono andati completamente distrutti. La baby gang si è dileguata subito dopo l’aggressione.

Gli autisti: «Siamo stufi»

L’episodio è stato immediatamente denunciato dall’autista alla centrale operativa dell’Anm e alle forze dell’ordine e sul posto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri, che ha anche recuperato le immagini dalle telecamere installate sul bus. «Siamo stufi di assistere a questa vera e propria campagna di brutalità», ha denunciato Vincenzo Lucchese del coordinamento Usb, parlando di «una violenza che danneggia i mezzi dell’azienda e mette a repentaglio l’incolumità degli autisti, colpevoli soltanto di fare il loro lavoro».