Albanese quasi investe un pedone. Poi scende dall’auto e lo riduce in coma

Un albanese alla guida di un’automobile ha rischiato di investire un pedone che attraversava sulle strisce pedonali poi, non contento, è sceso con una persona che era con lui, ha preso il malcapitato per il collo e gli ha assestato un paio di cazzotti sulla testa facendolo stramazzare al suolo in un lago di sangue.

Albanese quasi investe un uomo, poi lo pesta a sangue

Una storia che ha dell’incredibile, per la vil,enza dell’aggressione eper la sua inspiegabilità. Anche a ricostruire quei momenti efferati non si trova spiegazione mininma e plausibile per la reazione sconcertante dell’albanese colpevole, non sono di aver quasi investito un uomo, ma di averlo pestate a sangue fino a ridurlo in coma, un istante dopo aver schivato l’incidente. Dopodiché è scappato con un gran stridio di gomme. È successo a Varazze e ora, con la vittima in coma dopo un delicato intervento chirurgico, la polizia cerca ovunque un albanese di 23 anni, incensurato e regolarmente residente in Italia, risultato proprietario dell’auto. Tutto è cominciato quando Riccardo Cinco, 44 anni, noto commerciante di Varazze (Savona), è uscito da un locale dove aveva passato la serata con la moglie e i due bambini. Mentre il savonese cercava di attraversare la strada per raggiungere la sua macchina, parcheggiata pochi metri più avanti, un’auto ha inchiodato a pochi centimetri da lui, evitandolo per un soffio. Riccardo, secondo quanto hanno riferito i numerosi testimoni, ha cominciato a inveire contro l’automobilista e quest’ultimo è sceso, accompagnato da un uomo che viaggiava con lui.

Il violento pestaggio del pedone sulle strisce

Da qui è iniziato il pestaggio: l’autista, secondo quanto hanno riferito i testimoni che hanno assistito alla drammatica scena, ha preso Cinco per il collo è gli ha sferrato diversi cazzotti al volto e alla testa. A quel punto la vittima della brutale aggressione si è accasciata al suolo, mentre l’aggressore con l’amico sono risaliti in auto e sono scappati via. sul posto sono intervenuti prima la Guardia di finanza e poi la polizia. Il savonese è stato subito soccorso dalla Croce Rossa che lo ha trasportato in codice rosso all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure in condizioni gravissime, e lì Cinco ha subito una delicatissima operazione, al termine della quale è poi stato trasferito, in coma farmacologico, nel reparto di rianimazione dello stesso nosocomio. I testimoni sche hanno assistiti attoniti e spaventati all’orrore di quella scena, si sono messi a disposizione della squadra mobile di Savona e hanno contribuito alle indagini riferendo targa e tipo dell’automobile pirata. In serata la squadra mobile, grazie alle informazioni ricevute, ha potuto identificare il proprietario dell’auto, l’albanese di 23 anni appunto, ma l’uomo al momento non è stato ancora rintracciato.