Afghanistan, si schianta un C-130 Usa e i talebani rivendicano l’attacco

Dodici persone, sei militari Usa e cinque civili, sono morti nello schianto di un C-130 avvenuto all’aeroporto di Jalalabad, in Afghanistan. Lo riferiscono fonti ufficiali americane mentre i talebani hanno rivendicato l’abbattimento del velivolo e la morte di “15 invasori e di qualche soldato schiavo”.

Afghanistan, prosegue l’offensiva dei guerriglieri islamici

L’Afghanistan da settimane è diventato di nuovo uno scenario di guerra. Prosegue l’offensiva dei guerriglieri islamici che giovedì hanno conquistato il distretto di Warduj nella provincia nord-orientale di Badakhshan dopo essersi impossessati anche di quelli di Khawaja Ghar in Takhar, Tala Wa Barfak in Baghlan e Qala Zal in Kunduz. Ahmad Naveed Frotan, portavoce del governo provinciale, ha indicato che i talebani si sono impadroniti del distretto di Wardj dopo una serie di attacchi a check-point della polizia. Di conseguenza, ha concluso Frotan, soldati ed agenti di polizia si sono ritirati nel distretto di Bahark. Notizie che sono state confermate dal portavoce del governo provinciale di Takhar, Sunatullah Timori. Per quanto riguarda invece la sorte di Tala Wa Barfak, un ex comandante “jihadista” locale di nome Khairullah ha indicato alla Pajhwok che i militanti ne hanno preso il controllo costringendo le forze di sicurezza a ritirarsi verso la provincia di Samangan. Infine Abdul Shakoor, influente personalità del distretto di Qala Zal, in provincia di Kunduz, ha reso noto che gli insorti sono entrati senza incontrare resistenza nell’area di Aqtapa, impossessandosi degli edifici pubblici ed amministrativi distrettuali e del quartier generale della polizia.