Voli di Stato, Renzi accusa il colpo e reagisce male: «Attacchi populisti»

Voli di stato, Renzi accusa il colpo. Il rimprovero di andarsene in giro per il mondo  ad assistere a tornei di tennis con i soldi del contribuente ha fatto male al premier. Renzi approfitta del salotto televisivo della Gruber, Otto e mezzo, per rispondere (in modo scomposto) alle critiche. «L’idea che le alte cariche dello Stato non si muovano con i voli di stato appartiene ad una dinamica molto populista». È una toppa peggio del buco quella che ci mette Renzi, che oltre a ricorrere all’usurato   slogan del populismo, commette un’altra gaffe con i cittadini di Bari e del Sud, rispondendo male anche all’ulteriore accusa di aver disertato la Fiera del Levante per assitere alla finale degli Us Open: «La Fiera del Levante c’è tutti gli anni». È un vero e proprio schiaffo a quella parte d’Italia che tenta di risalire la china nel momento in cui (come rifericono i dati Svimez) s’alalrga il divario tra Nord e Sud del Paese. In certi casi è meglio tacere e  confidare nella memoria corta dell’opinione pubblica.

Per il resto, Renzi coglie l’occasione per fare un po’ di propaganda sulla politica economica. “La manovra sarà di circa 27 miliardi e non abbiamo da sforare alcun conto: anzi dal prossimo anno scende il debito . Sono meno tasse e sono tagli; non c’è una tassa che aumenta”. E poi il solito gioco delle cifre.  “L’Italia ha previsto una crescita dello 0,7% nel 2015. Nell’aggiornamento del Def che sarà venerdì in Consiglio dei ministri sarà alzata dallo 0,7 allo 0,9%. Le cose vanno meglio”, dice Renzi, che insiste: “Anche la crescita del 2016 sarà rivista leggermente al rialzo rispetto all’1,4%”. Chissà cosa ne penseranno gli italiani che a fine anno faranno i conti e stileranno i sempre più prpblematici bilanci familiari.