Trump “smaschera” Obama: perché gli Usa non prendono i profughi siriani?

È “politicamente scorretto”, non fa mistero ella sua preferenza per la linea dura contro gli immigrati irregolari ma in questa occasione Donald Trump ha di fatto smascherato il progressismo altruista incarnato da Obama. Ecco cosa ha dichiarato l’aspirante candidato repubblicano alla Casa Bianca: “Anche gli Stati Uniti dovrebbero accettare una quota di rifugiati siriani“. Insomma gli Usa, sempre pronti a interventi bellici “con scopi umanitari”, non possono tirarsi fuori dall’emergenza umanitaria che sta mettendo in ginocchio la vecchia Europa: “Nonostante i migranti possono costituire un rischio per la sicurezza – ha affermato Trump intervenendo in un’intervista alla Fox e riferendosi al pericolo di infiltrazioni da parte dell’Isis – l’America dovrebbe permettere ai rifugiati siriani di venire”. “Odio questa idea – ammette il tycoon che aspira alla presidenza degli Stati Uniti – ma, ragionando dal punto di vista umanitario e con quello che sta succedendo, bisogna farlo”.Parole che non sono arrivate da un esponente democratico, ma da un imprenditore sfrontato e senza peli sulla lingua. Come mai? Forse è il modo scelto da Trump per mettere in luce le contraddizioni della Casa Bianca che predica bene ma razzola malissimo nel contrasto all’Isis e nell’assistenza agli sfollati di una Siria che Obama avrebbe volentieri bombardato qualche tempo fa…